giovedì 1 ottobre 2020

Migliori prestazioni degli edifici - intervista con l'architetto Duzan Doepel di DoepelStrijkers

Cosa significa veramente una migliore prestazione degli edifici? Per Wavin, significa che stiamo abilitando un processo di costruzione efficiente attraverso il BIM (Building Information Modeling) e la prefabbricazione. E stiamo aumentando il comfort attraverso il riscaldamento e il raffrescamento a bassi consumi, la ventilazione meccanica controllata e la riduzione del rumore. Dobbiamo creare edifici più sani ed efficienti che plasmino il modo in cui viviamo, lavoriamo e giochiamo. Questo è lo scopo della sostenibilità. Ora più che mai, il ruolo degli architetti nel fornire soluzioni edili innovative e adatte al futuro, lavorando a fianco di aziende che la pensano allo stesso modo, è la via da seguire. Gli architetti, come Duzan Doepel e il suo studio DoepelStrijkers, lo sanno fin troppo bene. Il suo team di architetti innovativi progetta ambienti per supportare la resilienza umana, la salute e il benessere fornendo valore attraverso l'analisi dei costi del ciclo di vita e riducendo il consumo di energia e la produzione di anidride carbonica.

Duzan Doepel - Progettazione edile basata sull'innovazione per un futuro sano e sostenibile

Non esiste davvero una soluzione unica per migliorare le prestazioni degli edifici. E l'architetto Duzan Doepel, co-fondatore di DoepelStrijkers (con sede a Rotterdam, Paesi Bassi), comprende che ogni edificio ha una serie unica di capacità e limitazioni. L'efficienza energetica è il punto di partenza logico e un elemento critico nello sforzo per invertire gli effetti del cambiamento climatico.

Nato e cresciuto in Sud Africa e ora residente nei Paesi Bassi, Duzan è rimasto colpito da quello che chiama "approccio olandese" libero, liberale e di mentalità aperta, cercando sempre di espandersi oltre gli attuali confini delle rispettive professioni. In questo caso, l'architettura.
La Windwheel olandese è un motore per l'innovazione e, in alcuni paesi, un'icona per una transizione sostenibile.
Duzan Doepel

Il nuovo modo di costruire

Duzan parla di The New Way of Building: CO2 neutrale, circolare e resiliente al clima. Quando gli viene chiesto del ruolo dell'architettura nel nuovo modo di costruire, inizia a parlare delle nostre crisi passate e di come la storia si sta effettivamente ripetendo. Duzan dice: “Una crisi ci costringe sempre a cambiare il nostro modo di pensare. Prendiamo ad esempio la crisi petrolifera del 1973. Gli architetti si sono opposti con un appello a un modo di lavorare molto più sostenibile, che ha portato alla prima ondata di architettura sostenibile: l'uso di fonti locali di materie prime e lo studio dei cambiamenti climatici (design bioclimatico). L'architettura può contribuire allo sviluppo socio-economico; non siamo qui "solo" per creare qualcosa di bello, siamo qui per avere un impatto. Avanti veloce al 2007-2012, la prossima crisi. Ciò ha portato a una richiesta di circolarità, adattamento ai cambiamenti climatici, ecc. Ancora una volta, le stesse domande, ma in un nuovo pacchetto ". E guarda cosa sta succedendo adesso, con un'altra crisi in arrivo.
Un'altra cosa importante è vedere l'utente finale o il cliente finale felice quando si consegna un progetto. Questo è il bello del mio lavoro: è creativo e ogni giorno vediamo utenti finali felici. Veniamo ricompensati quasi ogni giorno!
Duzan Doepel

La città come macchina per il clima

L'adattamento al clima non è una novità in architettura. Da tempo sviluppiamo città e villaggi in base al clima locale. In Grecia, ad esempio, dove strade strette, case bianche e nessuna (o piccola) finestra erano tutte progettate per mantenere le persone fresche nelle calde estati. Questa è la morfologia urbana: lo studio della formazione e della trasformazione di città e villaggi nel tempo. Secondo Duzan, "L'abbiamo perso come designer. Ora progettiamo edifici in cui il clima interno è sempre di 21 gradi Celsius costanti. Ma attraverso la tecnologia, non attraverso il design". Inoltre, le città stanno diventando più dense di minuto in minuto. L'aggiunta di un piano in più a un edificio influenza il microclima. Piantare alberi ha un'influenza. È fondamentale avere un intervento intelligente nel microclima di una città, dove dobbiamo capire che gli edifici contribuiscono in grande misura. I comuni dovrebbero avere un ruolo di primo piano, non solo per gli spazi pubblici, ma anche per gli edifici privati. A Rotterdam, ad esempio, il comune sta lavorando su tetti verdi multifunzionali - una cooperazione sinergica tra interessi pubblici e privati per creare tetti che affrontino quattro questioni chiave sostenibili: biodiversità e stress da calore (verde), ritenzione idrica (blu), produzione di energia (rosso) e multifunzionale (viola).

La futura economia

Rotterdam è sempre stata all'avanguardia nell'architettura e nell'innovazione. Secondo Metropolis Magazine, è una delle migliori città al mondo in cui vivere, lavorare e divertirsi. Il Dutch Windwheel è un edificio che rientra nella categoria di "The Next Economy". L'idea è nata in un bar dove Duzan e Johan Mellegers, l'ex direttore di Kinderdijk, hanno parlato della creazione di una nuova attrazione turistica sostenibile per la città di Rotterdam. Hanno discusso il concetto di una combinazione del London Eye e del mulino a vento del futuro.

L'edificio finale è un design guidato dall'innovazione. L'innovazione ha effettivamente iniziato a plasmare il design dell'edificio. Il Windwheel è ottimizzato per raccogliere (e immagazzinare) vento e sole. È un parco solare verticale e una macchina eolica, da cui la forma. Ha anche un sistema idrico circolare: cattura l'acqua piovana e la utilizza per annaffiare le piante e sciacquare i servizi igienici. Estrae calore, sostanze nutritive e fosfati dalle acque reflue. Ad ogni livello integriamo il verde nella smart skin - una zona di energia passiva - permettendoci di ventilare l'edificio in modo naturale.

Nel processo di progettazione abbiamo elaborato idee per le quali non era ancora disponibile alcuna tecnologia. Quindi, dopo aver formato la Windwheel Corporation (DoepelStrijkers, Meysters e Bloc), abbiamo creato la nostra piattaforma di innovazione e costruito un modello di una camera d'albergo Windwheel in collaborazione con 33 fornitori.

Costruire come servizio

Abbiamo anche iniziato a pensare seriamente alla circolarità. Come potremmo trasformarlo in un edificio modulare, rendendolo ripetibile in altre città e adattato a diverse esigenze? La maggior parte degli spazi dell'edificio dovevano diventare modulari e adattabili. Alla fine, tutto si è ridotto a ripensare radicalmente il modo in cui realizziamo gli edifici. Bisogna considerare gli edifici come una raccolta di servizi. Questo modello si chiama: Building as a Service. Ogni strato è separato e scomposto come un componente. Ogni livello può essere visualizzato come una raccolta di servizi. Ad esempio, abbiamo contratti di prestazione con un fornitore di pannelli solari per la nostra facciata. Il fornitore rimane proprietario dei pannelli e garantisce una certa prestazione energetica. È interessante lavorare insieme così. Inoltre, un altro fornitore fornisce i pavimenti flessibili che ci consentono di spostare qualsiasi impianto (ad es. i servizi igienici) ovunque tu voglia. Questo lo rende adattabile, che è un prerequisito per un'economia circolare. Insieme alla struttura flessibile, l'edificio è completamente modulare e adattabile. Gli appartamenti possono trasformarsi in un hotel e così via. Ciò ha portato a un articolo di giornale con un titolo: In futuro vivremo in un contratto di servizio.
La futura economia ha bisogno della futura architettura. Io la chiamo: architettura del clima. Dovremmo iniziare a progettare edifici che sono modellati dal clima.
Duzan Doepel

Riunire le aziende innovative

Il team di Duzan, così come le aziende affini come Wavin, stanno affrontando le stesse sfide: resilienza climatica, sostenibilità, urbanizzazione ed energia. È vantaggioso per tutte le parti unire le forze per mitigare queste sfide. Le aziende nei Paesi Bassi sono estremamente brave a lavorare insieme, spiega Duzan. E la circolarità è un argomento in cui le aziende possono prosperare e prosperare. Una piattaforma di innovazione come la Dutch Windwheel Innovation Foundation è piuttosto unica nel settore. Le iniziative provengono principalmente da Bruxelles (UE), come i programmi per stimolare la transizione energetica, l'economia circolare e l'edilizia biobased - come, ad esempio, Horizon 2020. Ma le imprese commerciali conoscono molto bene il loro mestiere; sono innovativi e orientati alla soluzione. Questo è l'ideale per gli architetti con cui lavorare.

Duzan vede la sua azienda come un precursore. Gli architetti oggi hanno meno controllo sul processo di costruzione rispetto a quindici o venti anni fa. Ci sono molti manager nel processo, il che rende frustrante garantire la qualità. Impostare i nostri progetti è un modo per aggirare questo problema.

Uno dei progetti di Duzan era la progettazione e la costruzione del Watershed (con 2400 tubi di PVC riciclato, questo è il fulcro dell'attività di Wavin), un modo giocoso e interattivo di mostrare qualcosa che in realtà è un grande problema sociale. È un oggetto per mostrare come le città affrontano gli effetti del cambiamento climatico. Raccogliendo l'acqua piovana, immagazzinandola e rilasciandola lentamente dopo il temporale, la pressione sul sistema fognario viene ridotta, con conseguente minore fuoriuscita di acque reflue nei sistemi di acqua pulita. Questo è anche il modo in cui Wavin e i suoi clienti possono e devono mostrare le loro soluzioni: mostralo, cambia e usa lo spazio pubblico e non nasconderlo sotto terra o dietro i muri. Ad esempio, se hai bisogno di una maggiore capacità di drenaggio per far fronte all'aumento dell'acqua piovana, puoi cambiare lo spazio pubblico costruendo una water square, una "piazza d'acqua" (come quello di Rotterdam), piuttosto che aumentare la dimensione delle condutture fognarie sotterranee. In questo modo si aumenta anche la qualità della città.

Costruire: un'icona di innovazione

La conclusione è che non si possono ottenere migliori prestazioni di costruzione senza innovazione. Idee innovative. Persone innovative: architetti, partner, alleanze e stakeholder. Quando studi e aziende di architettura lungimiranti, come DoepelStrijkers e Wavin, collaborano per un futuro migliore e più sostenibile nella progettazione degli edifici ... accadono cose belle. Le città e le comunità beneficiano di edifici che sono adatti al futuro e migliorano la loro vita quotidiana.
Se pensi a qualcosa di pazzo, ha sempre un'opportunità se gli dai spazio (spazio per respirare). Sii coraggioso e fallo. Insieme, possiamo avere un impatto e possiamo innovare per rendere il mondo un posto migliore.
Duzan Doepel