martedì 2 marzo 2021

Fa piovere - Ripensando al valore dell'acqua

Il denaro non cresce sugli alberi, ma cadrà dal cielo entro il 2040.

"In che tipo di acqua investi?" Non sarà una domanda così strana tra circa vent'anni. L'acqua sta andando nella stessa direzione dell'energia. L'acqua sarà la prossima materia prima che muoverà un grande giro d'affari. Proprio lo scorso dicembre, l'iconico gong di Wall Street ha suonato per annunciare che l'acqua è stata, per la prima volta nella storia, quotata in borsa, diventando un'opportunità per investire denaro. A livello globale la nostra fornitura di acqua si sta esaurendo e dove c'è una disponibilità limitata e una domanda elevata, le cose si fanno interessanti. Non stupitevi se nel prossimo futuro un bell'acquazzone di pioggia farà impennare il mercato azionario. I prossimi due decenni porteranno soluzioni innovative per i problemi idrici mondiali. Ecco alcuni esempi stimolanti per dare il via al tuo (ri)pensare all'acqua.

Uno sforzo congiunto per sviluppare innovazioni sulla gestione dell'acqua

Tra dieci anni, il 60% della popolazione mondiale vivrà nelle metropoli. Il problema che queste grandi città devono affrontare è la mancanza di suolo non cementato per assorbire le forti piogge causate dai cambiamenti climatici. La pressione delle acque reflue sulle infrastrutture è sempre più alta e così i danni, il costo è immenso. L'approvvigionamento idrico è spesso gestito dai governi locali e, proprio come i sistemi fognari obsoleti della città, sono sopraffatti da questo compito così gravoso.

Pablo Bereciartua, ex Segretario per le infrastrutture e la politica dell'acqua in Argentina, ha visto la necessità di un approccio diverso e ha deciso di sfidare le imprese a iniziare a collaborare con il governo per trovare soluzioni comuni. I fondi raccolti sono stati quattro volte maggiori di quanto inizialmente preventivato implementando un sistema di obbligazioni. Con la sua mentalità innovativa ha costruito un ponte tra governo e affari che ha portato a nuove infrastrutture e accesso all'acqua per 4 milioni di argentini.

 

L'antica arte di catturare la pioggia

Vale la pena dare un'altra buona occhiata a come gestiamo l'acqua. Per molto tempo, la gente ha pensato che raccogliere la pioggia utilizzando i tetti delle aree urbane come sistema di raccolta dell'acqua piovana non potesse essere redditizio. Fino a quando una recente ricerca ha dimostrato il contrario; raccogliere l'acqua piovana tramite partenariati pubblico-privato può fornire il 17-29% del fabbisogno di acqua non potabile di una città, riducendo la spesa pubblica per l'approvvigionamento idrico fino all'85%. Questi sono un sacco di soldi risparmiati e l'acqua piovana raccolta non ha gravato sui sistemi fognari già precari. Immagina che tutti i tetti della città lavorino insieme come uno scudo protettivo, mantenendoci asciutti e fornendoci allo stesso tempo una risorsa necessaria per la nostra vita vita.

Dalla pioggerella all'acqua potabile

Ma l'acqua piovana non è ancora adatta all'uso domestico, attualmente l'epicentro di soluzioni innovative per i consumatori. Ecco perché l'UE ha cofinanziato Aqualoop, un sistema per raccogliere e purificare l'acqua piovana per uso domestico. L'acqua sta davvero assumendo una nuova forma, sia nel modo in cui la usiamo che per il suo valore. Ed è giunto il momento di agire, perché se non agiamo adesso, le Nazioni Unite si aspettano che nel 2050 6 miliardi di persone soffriranno la carenza di acqua potabile.

Gergo urbano

"Fai piovere" è un modo di dire utilizzato per indicare il guadagno di ingenti somme di denaro o la realizzazione di qualcosa di molto efficace. In tutta la catena c'è un'opportunità per iniziare a ripensare l'acqua. Una buona gestione dell'acqua può rendere le città migliori, luoghi più sani in cui vivere, rendendole a prova di futuro e resilienti ai cambiamenti climatici e alla sostenibilità. È giunto il momento di essere creativi.

Frans-Jan van Rongen
Global VP Marketing & Branding

Vuoi saperne di più su come costruiamo città resilienti al clima? O vuoi leggere la storia su come la città di Amsterdam sta affrontando questo tipo di sfide? Clicca qui.