mercoledì 6 maggio 2020

Come installare il sistema di drenaggio sifonico Wavin QuickStream

Uno dei passi per creare città resilienti al clima è sicuramente quello di intervenire sulle coperture per garantire un drenaggio dell’acqua piovana dalle strutture, ottimale e sicuro. Scopriamo insieme come installare il sistema di drenaggio sifonico Wavin QuickStream.

Abbiamo esplorato la differenza tra i sistemi standard (gravitazionali) e sistemi sifonici (a depressione) per sottolineare l’importanza dei sistemi sifonici soprattutto per coperture estese e tetti alti.

I sistemi sifonici presentano numerosi punti di forza:
  • Eliminazione tubazioni di scarico interrate
  • Riduzione numero, lunghezza e diametri delle tubazioni
  • Minor numero di ricettori necessari
  • Nessuna pendenza necessaria
  • Minori fori, quindi minor possibilità di perdite
  • Manutenzione ridotta
  • Flessibilità architettonica
  • Stabilità dei materiali
  • Riduzione dei tempi e costi di posa
  • Facilità di installazione
In questo articolo ci focalizzeremo sugli ultimi due punti dedicati alla fase d’installazione e alle regole da seguire.

Installazione sistema di drenaggio sifonico: 12 regole da seguire

Come evitare errori di montaggio e garantire il corretto funzionamento del sistema?

Basta seguire queste 12 regole:

  1. Installare secondo il progetto del sistema Wavin
    Per ogni sistema Wavin QuickStream, Wavin prepara un progetto idraulico in base alle caratteristiche del luogo e della struttura, utilizzando un software dedicato. Bisogna quindi seguire scrupolosamente tutte le indicazioni. Eventuali scostamenti dal progetto potrebbero influire negativamente sulle capacità di scarico, con conseguente malfunzionamento dello stesso.

  2. Installazione dei tubi secondo le istruzioni fornite da Wavin
    Un’installazione di buona qualità dipende da corrette operazioni di movimentazione, giunzione e fissaggio. Per la buona riuscita è essenziale un adeguato livello di abilità esecutiva.

  3. Nessuna pendenza nei collettori orizzontali
    Nei tubi orizzontali non è richiesta alcuna pendenza per trasportare l’acqua al tubo discendente, in quanto il sistema opera ad alte velocità dovute al carico energetico, pari all’altezza dell’edificio. Per facilitare l’installazione, consigliamo di evitare le pendenze nei tubi orizzontali.

  4. Nessun sifone nel sistema
    Una pendenza negativa o una curva rivolta verso l’alto nella direzione del flusso creano un sifone. Nei sistemi sifonici ciò non è consigliato, in quanto all’avvio del sistema può rimanere intrappolata dell’aria e impedire il drenaggio a sezione piena.

  5. Non ci devono essere ostruzioni
    Controllare tutte le estremità dei tubi ed eliminare le bave. La presenza di bave, sporcizia e altre ostruzioni potrebbero influire sul corretto funzionamento dell’impianto.

  6. Utilizzare solo curve e braghe a 45°
    Una curva a 90° ha una resistenza al flusso più alta di due curve a 45°. Il progetto del sistema prevede l’utilizzo di due curve a 45° invece di una sola curva a 90°, se non diversamente specificato. Per la stessa ragione, sono permesse solo braghe a 45° invece che a 90°, se non diversamente specificato da Wavin.

  7. Utilizzare solo riduzioni /aumenti eccentrici
    I cambiamenti di diametro nei collettori orizzontali vanno eseguiti utilizzando aumenti eccentrici. Per accelerare l’evacuazione dell’aria, il lato superiore del collettore deve rimanere allo stesso livello quando si installa un aumento nella direzione del flusso.
    Le riduzioni e/o aumenti eccentrici nei tubi verticali vanno posizionati con il lato piano rivolto verso la parete. Così facendo si agevola l’installazione, in particolare quando si utilizzano binari e collari di fissaggio.

  8. Installare manicotti di dilatazione solo se indicato nel progetto
    Una volta montato, il sistema Wavin QuickStream è sottoposto a variazioni di temperatura e a carichi dinamici. Tutte le oscillazioni o vibrazioni, originate da tubi parzialmente pieni, devono venire smorzate in modo efficace. Si consiglia di rendere tutti i giunti resistenti alla trazione.
    In generale Wavin sconsiglia di utilizzare manicotti di espansione o il “braccio dilatante” per assorbire gli spostamenti assiali in un sistema sifonico, se non previsto nel progetto.

  9. Fissare i ricettori e l’impianto di tubazioni secondo le istruzioni fornite
    Uno degli elementi chiave di un sistema sifonico è il ricettore. Un’installazione non corretta o incompleta potrebbe essere causa di condensa e/o perdite. Nella maggior parte dei sistemi Wavin QuickStream, i collettori orizzontali sono installati sotto il tetto. Wavin ha sviluppato degli speciali bracciali per un’installazione facile e sicura dei collettori orizzontali.

  10. Non collegare tubazioni a gravità al sistema Wavin QuickStream
    Qualsiasi collegamento aperto - a gravità - a un sistema Wavin QuickStream consentirà l’ingresso di aria con il conseguente rischio di danneggiare gravemente la funzione sifonica. Pertanto questi collegamenti non sono ammessi nel sistema. Successivi ampliamenti all’edificio richiederanno un sistema di scarico delle acque piovane dedicato.

  11. Collegare a un sistema di scarico a gravità di portata sufficiente
    Per prevenire eventuali blocchi del sistema, l’installatore deve verificare che il sistema di scarico - sia che si tratti di un canale aperto o di un sistema fognario ventilato - sia in grado di smaltire la portata di progetto. Qualora il sistema di scarico esistente abbia una capacità limitata, si prega di contattare il responsabile di progetto o le autorità locali.

  12. Utilizzare prodotti di materiale e delle classi indicate
    Poiché i sistemi sifonici Wavin Quick-Stream sono sottoposti a pressioni sia negative che positive, oltre che a carichi assiali, è necessario utilizzare solo materiali raccomandati e indicati da Wavin (tubazioni, raccordi, fissaggi e accessori). In caso di scostamenti, contattare il team tecnico di Wavin per consulenza.

Per effettuare un’ottima installazione è necessaria una progettazione a regola d’arte che tenga conto di tutti i criteri necessari, come la scelta dei materiali e la posizione dei ricettori.

Adesso sei pronto a installare alla perfezione il sistema di drenaggio sifonico Wavin QuickStream.

Hai dubbi o domande? Scrivici!
Ti risponderà direttamente il nostro responsabile di prodotto per i sistemi di gestione delle acque meteoriche!