Io Penso Fuori dagli Schemi

"Think outside the box", letteralmente pensa fuori dalla scatola. È un'espressione che viene usata spesso per spronarci ad uscire dai soliti schemi mentali e cambiare il nostro modo di pensare abituale. Non è semplice, ma sforzarsi di risolvere i problemi osservandoli da nuove angolazioni, andando oltre i propri limiti, offre tantissimi benefici e aiuta a sviluppare nuove skill.

Cosa ti chiediamo?

Idee, creatività, suggerimenti, input che contribuiscano a prendere decisioni e realizzare azioni per raggiungere gli obiettivi di profittabilità di Wavin Italia e dare valore aggiunto alle soluzioni e ai servizi che offriamo.

 

Qualche suggerimento… perché in pratica come si fa a pensare fuori dagli schemi?

1. Studia come agiscono le aziende di altri settori
Anche se il campo di interesse è molto diverso dal tuo (non guardare solo ai competitors), potresti scoprire che i problemi delle altre aziende (o delle altre persone!) sono molto simili ai tuoi. È probabile che loro li abbiano risolti in un modo che non avresti mai immaginato, e potresti prenderne ispirazione.
2. Segui un corso
Imparare qualcosa di nuovo non ti insegnerà solo delle nozioni, ma anche a guardare le cose in modo diverso e a dar loro un nuovo significato.
3. Leggi un libro diverso dal solito
Leggere stimola la mente, ma leggere qualcosa che non appartiene al tuo solito genere può aprirti gli occhi e la mente. Fai attenzione non solo alla storia ma anche ai problemi che l’autore affronta e cerca un collegamento con i problemi che vivi nel tuo settore.
4. Dipingi o disegna
Dipingere un quadro attiva la parte destra del cervello e può aiutarti a modificare il tuo solito modo di pensare. Inoltre visualizzare un problema mette in gioco nuovi modi di pensare che normalmente non utilizziamo, e ti darà una notevole spinta creativa.
5. Capovolgi il problema
Capovolgere la situazione può aiutarti a vedere scenari che altrimenti non sarebbero stati evidenti. Il nostro cervello è così abituato a seguire gli stessi schemi che spesso ne esclude molti altri e non siamo capaci di vederli finché non cambiamo punto di vista.
6. Lavora a ritroso
Questo sistema ti permetterà di rompere gli schemi mentali legati alla causalità temporale. Questa è la chiave della “pianificazione a ritroso”, per esempio, in cui si inizia pensando all’obiettivo che si vuole raggiungere e poi si va indietro attraverso tutti i passaggi necessari.
7. Chiedi aiuto ad un bambino
I bambini pensano e parlano ignorando le convenzioni sociali e questo spesso può essere molto utile.  Ovviamente non devi costruire una barca fatta di biscotti solo perché un bambino ti ha detto di farlo, ma puoi ascoltare i suoi consigli per rendere il tuo modo di pensare un po’ fuori dagli schemi.
8. Agisci in modo casuale
Cerca di accettare gli errori che hai fatto e di integrarli nel tuo progetto sviluppando strategie che partano da input casuali. Questo caos potrebbe aiutarti ad uscire dagli schemi!
9. Fai una doccia
C’è un inspiegabile legame psichico tra la doccia e la creatività. Forse perché pensi ad altro, forse per l’acqua calda rilassa…fatto sta che a volte sotto la doccia si possono avere grandi idee!