mercoledì 22 marzo 2017

Wavin ricorda il suo impegno umanitario per la gestione delle acque reflue

La mancanza di acqua potabile e di servizi igienici efficienti sono le principali cause di malattia per i paesi come il Bhutan, un piccolo stato situato nella parte orientale della catena dell’Himalaya in Asia. In occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua 2017, Wavin condivide la propria esperienza, su come le competenze e l'innovazione nella gestione delle acque reflue possono aiutare a trasformare le comunità così vulnerabili, come quelle del Bhutan, in villaggi sani e abitati - con possibilità di accesso all'acqua pulita e potabile e di strutture igieniche adeguate. 

Wavin condivide la propria esperienza nella gestione delle acque reflue per aiutare le comunità più vulnerabili all'accesso di acqua pulita e potabile e di strutture igieniche adeguate

Bhutan, una ragazza riempie una tanica di acqua in modo che i suoi compagni di classe possano lavarsi le mani.

Giornata Mondiale dell'Acqua 2017 - Perché acque reflue?

La Giornata Mondiale dell'Acqua, che si svolge ogni anno il 22 marzo, ha lo scopo di adottare azioni per risolvere la crisi idrica e sensibilizzare la necessità di uno sviluppo sostenibile nei paesi dove non è possibile avere accesso all'acqua pulita e potabile.  Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, vi sono attualmente "663 milioni di persone che utilizzano fonti di approvvigionamento idrico non sicure, tra cui 159 milioni dipendono dalle acque di superficie". E, "in paesi a basso e medio reddito, il 38% delle strutture sanitarie mancano di approvvigionamenti d'acqua controllate e gestite, il 19% non hanno servizi igienici adeguati e il 35% mancano di acqua e sapone per lavarsi le mani. "

Al fine di mettere in evidenza questi gravi problemi,"Perché acque reflue?" è il tema della Giornata Mondiale dell'Acqua di quest'anno. Gran parte delle acque di scarico delle nostre case, città, industrie ed agricoltura non vengono trattate o riutilizzate, contaminando così l’acqua potabile e dei servizi igienici - così pure l'acqua che utilizziamo per irrigare i nostri raccolti. E 'un problema che deve essere preso seriamente in considerazione - soprattutto nelle zone dove l'accesso all'acqua pulita e ai servizi igienici è scarsa.

Wavin collabora con Unicef per aiutare i bambini dei paesi poveri in Asia e in Africa ad usufruire di acqua potabile, strutture igienico-sanitarie adeguate e provvedere ad un programma di educazione all'igiene.

Aiutare gli altri per aiutare se stessi

Questo è il motivo per cui Wavin, in collaborazione con l'Unicef, ha contribuito con le proprie competenze, manodopera e prodotti alla realizzazione del programma, Providing Essentials for Children– per aiutare i bambini dei paesi poveri in Asia e in Africa ad usufruire di acqua potabile, e strutture igienico-sanitarie adeguate, nonché provvedere ad un programma di educazione all'igiene. Siamo entusiasti di condividere una delle nostre storie di successo - un progetto pilota nel paese asiatico del Bhutan, una delle nazioni più povere e meno sviluppate al mondo. Durante la nostra prima visita in Bhutan nel 2012 - insieme a Unicef e ai rappresentanti dei ministeri dell'Istruzione e della Sanità bhutanesi– abbiamo visitato 5 delle scuole che hanno partecipato al programma di  acqua pulita e servizi igienico-sanitari

Il Bhutan a causa delle piogge irregolari e con 8 mesi di siccità all’anno, è normalmente soggetto ad affrontare la crisi acqua per la maggior parte del tempo. Gli Alunni delle scuole hanno accesso all'acqua per soli 20 minuti al giorno. Il nostro programma ha portato a 5000 studenti e alle loro scuole nuovi impianti idrici (in totale 26 scuole), nuovi servizi igienici (in 38 scuole), i sistemi di raccolta dell'acqua piovana (in 4 scuole), e infine formazione ed educazione all’igiene personale (per 154 insegnanti). E' sicuramente una storia di successo di cui noi di Wavin siamo molto orgogliosi. E siamo anche profondamente grati all'Unicef, ai Ministeri coinvolti e ai meravigliosi abitanti del Bhutan per l'opportunità che ci hanno concesso nel lavorare ad una causa così nobile. Noi continueremo a contribuire ed aiutare i paesi in via di sviluppo nella sfida di portare acqua pulita e potabile ed offrire servizi igienici adeguati.

Fai quello che puoi, fallo con gli altri, e fallo con passione.
Secondo le parole di Guy Ryder , (Capo di UN-Water) sta in ogni singolo individuo il potere di cambiare il mondo
Wavin collabora con Unicef per aiutare i bambini dei paesi poveri in Asia e in Africa ad usufruire di acqua potabile, strutture igienico-sanitarie adeguate e provvedere ad un programma di educazione all'igiene.

Le ragazze di un collegio usufruiscono del loro servizio igienico privato.

Wavin collabora con Unicef per aiutare i bambini dei paesi poveri in Asia e in Africa ad usufruire di acqua potabile, strutture igienico-sanitarie adeguate e provvedere ad un programma di educazione all'igiene.

Impianto di gestione dell'acqua piovana sotto terra.

Wavin invita tutti ad agire

Non possiamo risolvere la crisi idrica mondiale da soli. Quindi, incoraggiamo tutti a diffondere il messaggio, e contribuire attivamente, anche con opere di volontariato, allo sforzo globale per fornire alle comunità bisognose gli elementi essenziali della vita che molti di noi danno per scontato: l'acqua potabile pulita e sicura, servizi igienici adeguati e buona igiene. Vi preghiamo di condividere le vostre storie di successo e idee con noi su Facebook. Ci piacerebbe conoscere le vostre esperienze. E' sorprendente e stimolante ciò che le persone con la loro visione, guidati dalla passione (e compassione) possono compiere.

E, a proposito, Felice Giornata Mondiale dell'Acqua!

Wavin collabora con Unicef per aiutare i bambini dei paesi poveri in Asia e in Africa ad usufruire di acqua potabile, strutture igienico-sanitarie adeguate e provvedere ad un programma di educazione all'igiene.

Bambini che si lavano le mani prima di pranzare.