nuovo deumidificatore Deuklima SCRAE300

lunedì 27 ottobre 2014

La soluzione ottimale per controllare correttamente l’umidità di un ambiente

Il nuovo deumidificatore  Deuklima SCRAE300 e il recuperatore di calore a soffitto RKAE300, l’accoppiata vincente per il trattamento dell’aria.

Il nuovo Deuklima SCRAE300 è stato progettato per essere impiegato in abbinamento al recuperatore di calore a soffitto RKAE300. Il deumidificatore rappresenta la soluzione ideale per chi desidera mantenere sotto controllo l’umidità di un ambiente. Inoltre il sistema, quando viene attivata la funzionalità di rinnovo dell’aria, garantisce un’elevata qualità dell’aria con consumi energetici quasi nulli (efficienza del recupero superiore al 90%). Il deumidificatore a soffitto si avvale della migliore tecnologia disponibile per quanto riguarda la componentistica e le soluzioni costruttive. Pensato per applicazioni interne a controsoffitto, Deuklima SCRAE300 dispone di un ventilatore EC a bassissimo assorbimento, che reagisce in continuazione alle variazioni di carico e si adatta facilmente alle mutevoli necessità, assicurando la massima efficienza anche a carichi parziali. Inoltre la presenza di una scheda elettronica con microprocessore integrato consente di gestire un sistema completo per il trattamento dell’aria e soddisfare tutte le esigenze di una abitazione massimizzando il risparmio energetico.
La macchina viene realizzata con uno scambiatore di calore diverso sul post trattamento, che consente di ridurre quasi a zero il riscaldamento dell’aria dopo la fase di deumidificazione vera e propria. L’operazione permette di avere aria in uscita dalla macchina con una temperatura molto più bassa rispetto a quella dell’ambiente (circa 18°C), con un effetto condizionanto molto potente, il tutto chiudendo il contatto di integrazione.
La versione SCRAE è  predisposta per dialogare con il recuperatore di calore ad alta efficienza Chemidro RKAE. Una scheda elettrica permette l’attivazione del rinnovo dell’aria e la gestione del recuperatore di calore. Alla chiusura dei contatti ventilazione ed integrazione, invece, oltre ad attuare il rinnovo, il recuperatore attiva la batteria di post trattamento che contribuisce ad abbassare, in raffrescamento, o ad innalzare in riscaldamento la temperatura dell’acqua. 
Grazie all’unione tra il recuperatore e il deumidificatore è possibile soddisfare sia le esigenze di deumidificazione prettamente estiva che la possibilità di integrare più o meno calore sensibile, oltre a garantire, se necessario, l’opportunità di rinnovare l’aria dei vari locali.